Ettore

Ettore descritto da un'amica

"… era una persona così timida al primo impatto … sembrava sempre sulle sue, ma poi una volta conosciuto diventava davvero gioviale … era molto silenzioso … secondo me perché era un ottimo osservatore … ma ogni tanto anche lui veniva fuori con la sua cavolata e così gran risate scoppiavano … era sempre così sereno … credo di non averlo mai visto arrabbiato … semmai qualche volta un po' scocciato … lui diceva sempre di portare pazienza … e lui forse era il primo ad averne … tanto che era l'ordinatore “pre inter” delle pizze preferito da tutti … non aveva mai fretta … era una persona molto calma e tranquilla … infondeva tranquillità … tanti suoi sms e mail mi hanno tranquillizzato in alcuni momenti ...spesso con uno sguardo lui capiva già tutto ... in alcune situazioni personalmente mi è capitato ...era un ottimo confidente ... a volte ho anche cercato estorcergli delle informazioni ma non ne sono mai stata capace .... c'era sempre ... 

I suoi occhi brillavano sempre di gioia … il suo sguardo era sempre sorridente anche se a volte celato dalla sua timidezza … e quei suoi capelli così lunghi e ormai diventati indomabili lo trasformavano in simpatia pura … aveva un bel da fare… sempre dietro a toccarli a metterli a posto, la coda che poi si scioglieva poi cadeva un ciuffo … un da fare esilarante ... aveva un sorriso aperto … una risata contagiosa … "

I Colleghi

"Ettore,

che nelle circostanze favorevoli o meno non si dimenticava mai di sorridere;

che riusciva a contagiare chi gli stesse vicino con la sua allegria;

che era semplice nei modi e con la battuta sempre in tasca.

Ettore, il nostro tecnico di "campagna", un vero romagnolo D.O.C. che, anche in una pausa pranzo veloce per colpa del lavoro si doveva sedere a tavola con di fronte un piatto di tagliatelle . . . senza dimenticare il pane !

Queste sue qualità lo rendevano non solo un ottimo collega, stimato ed apprezzato da tutti noi, ma anche molto amato fra i clienti . . . tranne dalle stampanti, quando queste gli facevano perdere le staffe non venivano di certo risparmiate a parole, che tra l'altro risultavano un vero spasso !

Ed ora tutte le persone che continuano a stragli accanto e a ricordarlo sono la conferma dell'affetto che ha seminato.

Grazie Ettore."

Luca, Maicol e Danny.